rice terraces, rice fields, paddy

L’ELEMENTO TERRA IN MEDICINA CINESE

Durante il cambio di stagione in medicina cinese si manifesta al massimo l’elemento Terra i cui organi di riferimento sono lo STOMACO, la MILZA e il PANCREAS.

Molti problemi digestivi (reflusso gastroesofageo, dispepsie funzionali, pesantezza addominale, iper o ipoacidità gastrica, flatulenza ecc) sono imputabili allo squilibrio energetico dei meridiani corrispondenti. L’elemento terra ha un ruolo di centralità e di ricettività (saper ricevere per poi dare), le sue funzioni sono quelle di digerire ed assimilare, trasformare il cibo per estrarne il Qi (energia vitale) e poi distribuirlo, inoltre è legato alla capacità d’analisi e di ragionamento deduttivo.

rice, chopsticks, bowl

L’elemento climatico associato è l’umidità, necessario alla fecondazione della terra ma che non deve essere mai in eccesso (perché farebbe marcire il raccolto)

-il colore è il giallo (che nello spettro delle frequenze occupa il posto centrale) come quello di molti cereali

-il sapore associato è quello dolce (quello dei cereali appunto ma non quello dello zucchero raffinato che invece è tossico)

-l’organo di senso associato è la bocca e in particolare la lingua (a volte problematiche di afte, lacerazioni o gonfiori della lingua possono essere legate ad uno squilibrio dei meridiani di stomaco o milza-pancreas)

-La secrezione associata è la saliva (che comincia la digestione dei cibi, specialmente degli amidi)

-L’emozione associata è il rimuginio mentale o preoccupazione

Andiamo ora a vedere i meridiani .

STOMACO:

L’ora di massima attività è dalle 7 alle 9.

Le sue FUNZIONI sono:

-Controllare il processo di metabolismo dei cibi. Lo stomaco comincia il processo digestivo che verrà continuato dalla milza

-Controllare la discesa del Qi

-Controllare la diffusione del jing del cibo cioè estrarne l’energia e trasportarla (assieme alla milza) ai polmoni attraverso il percorso dei meridiani

-Dare inizio all’estrazione dei fluidi, infatti ama l’umidità e teme la secchezza

SE CI SONO SQUILIBRI NEL MERIDIANO SI POSSONO AVERE:

-Digestione lenta, gonfiore addominale, eruttazioni, nausea e vomito che possono essere dovuti alla risalita del Qi

-Fuoco di stomaco: sete e secchezza delle fauci, stipsi, digestione accelerata e dimagrimento.In caso di peggioramento si possono avere: alitosi, genigiviti o sanguinamento di gengive, afte estomatite

-Fame eccessiva o inappetenza

-Dolore lungo il percorso del meridiano (in particolare la parte centrale della coscia e del ginocchio, il secondo e il terzo dito del piede)

A LIVELLO PSICO-EMOTIVO:

-Eccesso di analisi e autoanalisi

-Rimuginio mentale, non riuscire a “digerire” una cosa o una situazione

MILZA-PANCREAS:

Vediamo ora cosa fa il meridiano di milza-pancreas, la cui attività è al massimo dalle 9 alle 11:

-Trasforma il cibo (continua un processo avviato dallo stomaco) e lo distribuisce ai vari organi e visceri

-Regola i succhi gastrici e il livello degli zuccheri

-Regola l’energia nel corpo

-Trasforma, difffonde i liquidi e fa sì che non si accumulino nel corpo

-Contribuisce alla formazione del sangue e lo mantiene all’interno dei vasi

-Contribuisce alla termoregolazione del corpo (mani e piedi freddi indicano spesso uno squilibrio del meridiano)

-Mantiene la forma fisica, fa sì che il corpo abbia una forma armonica, che gli organi rimangano nella propria sede (evita i prolassi e le ernie) e che i vasi sanguigni non si rompano

-Fa salire il Qi (mentre lo stomaco lo fa scendere) rendendo la digestione armonica ed efficente evitando problemi di energia in eccesso verso il basso come la diarrea o il prolasso

-Si manifesta nelle labbra e permette di gustare i sapori

A livello psicoemotivo:

-È la sede del pensiero (Yi), uno degli aspetti dello Shen (di cui ho parlato nei precedenti post riguardanti il meridiano del cuore), permette la capacità di concentrazione, di memorizzazione ed espressione coerente attraverso la parola e il comportamento

-Permette di avere un buon rapporto con i beni materiali

-Permette di digerire e assimilare le situazioni

SE CI SONO SQUILIBRI NEL MERIDIANO SI POSSONO AVERE:

-Cattiva digestione, scarso appetito e debolezza

-Diarrea

-Mani e piedi freddi

-Perdita della forma (il classico corpo a pera)

-Prolassi, ernie, rotture dei vasi

-Gonfiore ed edemi nella parte bassa del corpo

-Lassità delle articolazioni, perdita di tono dei muscoli fino all’atrofia, flaccidità

-Labbra screpolate e pallide

A LIVELLO PSICO-EMOTIVO:

-Rimuginio, idee fisse fino all’ossessione

-Eccessiva preoccupazione

-Bisogno d’ordine patologico

-Fame nervosa con desiderio di alimenti dolci

Il meridiano si squilibra con l’eccesso di umidità, non solo ambientale ma anche alimentare (cibi freddi o crudi, latticini, farine raffinate e zuccheri). Il sapore associato è il dolce ma deve essere in equilibrio: l’eccesso di zucchero infatti ne altera le funzioni e ha conseguenze anche a livello emotivo (gli sbalzi di glicemia hanno effetti sull’umore).

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments